Si comunica che la Segreteria Regionale USB — Unione Sindacale di Base ha aderito alla proclamazione di sciopero Generale di 24 ore indetto dalla Segreteria Nazionale USB - Unione Sindacale di Base per il giorno 26 maggio 2023 per le seguenti motivazioni: 

  • Per aumenti salariali di 300 euro che garantiscano il recupero di potere d'acquisto di fronte al forte aumento dei prezzi e alle perdite accumulate nel corso delle ultime tornate contrattuali;
  • Per una nuova indicizzazione dei salari all'aumento reale del costo della vita;
  • Contro il nuovo codice degli appalti, destinato a Iiberalizzare l'intero sistema con conseguenze drammatiche sulla sicurezza e con effetti gravissimi in termini di precarietà, ricattabilità e illegalità diffusa sui posti di lavoro;
  • Contro il cosiddetto decreto Cutro che riporterà nella clandestinità migliaia di lavoratori migranti, costringendoli in una condizione di assoluta schiavitù;
  • Contro il progetto Calderoli di autonomia differenziata e di ulteriore aumento delle disparità territoriali e sociali;
  • Contro la delega fiscale destinata a ridurre la progressività del sistema e allargare ulteriormente le disparità sociali;
  • Per l'abolizione dell'IVA sui beni di prima necessità ed il prelievo fiscale sulle rendite finanziarie e i grandi patrimoni;
  • Per un tetto ai prezzi dei beni di prima necessità;
  • Per la detassazione delle pensioni in linea con gli altri paesi europei e le pensioni minime a 1000 (mille) euro;
  • Per un milione di assunzioni nella Pubblica Amministrazione, la stabilizzazione di tutti i precari, lo scorrimento delle graduatorie dei concorsi già espletati;
  • In difesa del Reddito di Cittadinanza e per il superamento di tutte le odiose condizionalità che ne hanno finora ristretto ingiustamente l'ambito di applicabilità;
  • Per una legge sul salario minimo di almeno 10 euro l'ora sui minimi tabellari;
  • Per la riduzione dell'orario di lavoro a 32 ore a parità di salario;
  • Per il diritto ai servizi pubblici gratuiti e accessibili, all'educazione scolastica, alla sanità e ai trasporti pubblici;
  • Per il diritto alla casa, un milione di nuove case popolari, il blocco degli sfratti e degli sgomberi;
  • Per la tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e l'introduzione del reato di omicidio sul lavoro;
  • Contro l'assoggettamento delle istituzioni scolastiche agli interessi delle aziende private e il PCTO (Percorso per le Competenze Trasversali e l'Orientamento) che introduce la logica dello sfruttamento già dai banchi di scuola;
  • Per la difesa del diritto di sciopero;
  • Contro il coinvolgimento del nostro Paese nella guerra in Ucraina, l'invio di armi e di risorse in teatri di guerra.


A livello locale lo sciopero si svolgerà con le seguenti modalità: 
Personale viaggiante: dalle ore 8.30 alle 17.30 e dalle 20.30 a fine servizio 
Impianti Fissi: tutto il turno 
(PRESIDI ASSICURATI) 
Saranno interessate tutte le linee gestite dalla Società Riviera Trasporti SpA 
Sono garantiti i servizi scolastici fino alle ore 08.30 e dopo le ore 17:30

Visitatori

Abbiamo 3429 ospiti e un membro online